Dott.ssa Ilaria Lusana
 

Cos'è il disturbo dell'umore?

I disturbi dell’umore sono considerati alterazioni del tono umorale non proporzionali rispetto a stress o situazioni contingenti; sono accomunati e contraddistinti dalla flessione e/o dall’andamento discontinuo dell’umore della persona, che rappresenta il loro principale sintomo psicologico.

Gli stati depressivi colpiscono più del 10% della popolazione e possono persistere per settimane, mesi e oltre: hanno un effetto invasivo sull’individuo con ripercussioni negative sulla sfera emotiva, cognitiva e somatica.

In caso di umore molto basso, definibile anche come “umore depresso”, la persona presenta una forte tristezza giornaliera, l’incapacità di provare i consueti piaceri  nel fare le proprie attività (anedonia) e la difficoltà nel trovare le energie per affrontare la vita quotidiana (astenia).
disturbi dell'umore
disturbo umore

I Vantaggi della Terapia

La depressione (ed anche la fluttuazione umorale) determina un vero disagio o menomazione nel normale funzionamento personale, sociale, lavorativo, scolastico, familiare, etc., ovvero in tutte le varie aree della vita funzionali al mantenimento del benessere psicofisico.

La psicoterapia cognitivo-comportamentale risulta essere notevolmente più efficace nella prevenzione delle ricadute rispetto al solo trattamento farmacologico.  Nel caso in cui alla psicoterapia si associ un trattamento farmacologico, la riduzione della sintomatologia si verifica nell’85% dei casi. E’ stato inoltre dimostrato che questi miglioramenti sono durevoli nel tempo.